Pagine Zen 111

gennaio / aprile 2017
Kawase Hasui - Kinkakuji Temple, evening Snow
Sommario
  • 雪の幽玄 Yuki no yūgen Suggestioni di neve
  • I due guardiani del buddha Yakushi
  • Zen e bugia: fra arte e religione
  • 無必然 “Non ineluttabile”
  • I monaci delle montagne Sul monte Haguro con gli Yamabushi
  • Io l’ho visto! Nakazawa Keiji, mangaka testimone dell’atomica
  • Yumi L’arco giapponese: com’è fatto e come funziona
  • Calligrafia cinese: Corso base Un importante strumento di studio
  • Buio sotto il faro Scritti di un giapponese a Napoli
Leggi tutto

Zen e bugia: fra arte e religione

Franco Fusco
Bodhidharma (Daruma) dipinto dall'artista coreano Kim Myŏng-guk (1600-1663?)

John Cage, il musicista statunitense, invitato a tenere una conferenza sullo zen, esordì con queste parole: “Sono qui. E non c’è nulla da dire.”

Aveva ragione. Perché “iniziare è tacere” (A. Tagliapietra) e perché il dicere (nel suo originario significato di ‘mostrare’) è atto rituale silenzioso, ma anche perché la necessaria metaforicità del linguaggio è di per sé ingannevole e ogni parola detta manca il bersaglio dell’essenza delle cose. Soprattutto aveva ragione, perché ciò che si può dire dello zen è nulla. Pertanto qui viene trattato nulla. Voi state per leggere nulla e apprenderete nulla. Dunque aspettatevi proposizioni logiche.

E bugie.

Tutti noi siamo. Presente assoluto. Anche quando non agiamo, siamo. Anche quando non pensiamo, siamo. Anche quando non viviamo ancora, siamo. Anche quando non viviamo più, siamo: il nostro cervello non manda impulsi, il nostro cuore non pompa sangue, i nostri polmoni non aspirano aria, ma le entità (cellule, atomi), che ci compongono, sono.

Leggi tutto

Pagine Zen 115

maggio / agosto 2018
Pagoda al tempio Kiyomizu di Kyoto - Foto di Aldo Tollini
Sommario
  • Buddhismo e arte nel medioevo giapponese
  • 精進 Shōjin
  • Otomi Dicerie su una geisha di Edo
  • Il Drago e la Fenice tra Cina e Giappone
  • Mettersi in viaggio Strani incontri lungo la Tōkaidō.
  • Il disegno giapponese Tra manga e comics (seconda parte di tre)
  • La ri-apparizione di Giovanni Battista Sidotti
  • Le lettere dal Giappone (1929) di Maria A. Loschi
Leggi tutto

Pagine Zen 113

settembre / dicembre 2017
L’“okoshi daiko”, il grande tamburo sacro che “risveglia” e i suoi battitori
Sommario
  • Battiti del cuore, nel cuore della notteIl matsuri di Hida Furukawa
  • FUDŌ 浮動fluttuare, galleggiare
  • Yamato Kotoba Primordialismo e atavismo nel Giappone moderno
  • Le forme dell'impermanenzaIl cinema di Ozu Yasujiro
  • Le cinque fasi e i rapporti coniugaliin un paravento del Museo d’Arte Orientale di Venezia
  • Il concetto di esperienzanel pensiero di Nishida Kitarō e le sue radici indiane
  • Seiyuu, questi sconosciuti, ma non troppo! Una simpatica incursione nel mondo del doppiaggio del cinema d’animazione giapponese
  • Rintocchi di campanaRisveglio a Tokyo
  • L’aurora del Giappone tra mito e storiografia Nascita ed evoluzione dell’alterità nipponica nella cultura italiana, 1300-1600. Di Gianluca Caputo (Olschki Editore, 2016)
Leggi tutto

Pagine Zen 116

settembre / dicembre 2018
Elmo da parata ricoperto in lacca nera in stile “zunari kabuto” con vere corna di cervo e cimiero frontale (maedate) a forma di mezza luna crescente. Periodo Taishō-Shōwa.
Sommario
  • Kabuto Funzioni e simboli dell'elmo giapponese
  • Mushotoku 無所得
  • Il Kirin di Meinertzhagen Una leggenda?
  • Buddhismo e arte nel medioevo giapponese
  • Sulla scena del Nō Costumi da teatro del Museo d’Arte Orientale di Venezia
  • Un kami fra i ciliegi Ebisu il sorridente
  • Il diario giapponese di Antonio Locatelli (1923)
  • Il disegno giapponese Tra manga e comics (terza e ultima parte)
  • Un ricordo di Sōseki bambino
Leggi tutto

Crocevia di spiriti e di vivi: commemorazione dei defunti a Kaminigorikawa, una comunità rurale del Giappone.

Andrea Pancini
Crocevia di spiriti e di vivi: commemorazione dei defunti a Kaminigorikawa, una comunità rurale del Giappone.

Nel numero 108 di Pagine Zen Andrea Pancini racconta di come vengono onorati i defunti in Giappone, in particolare a Kaminigorikawa. Qui vi proponiamo la versione integrale dello scritto con alcune foto.

Quando l'estate scorsa ho deciso di partire per un viaggio di un mese in Giappone, non avrei mai immaginato di poter assistere in prima persona e prendere parte ai riti obon di Kaminigorikawa, un piccolo paese composto da una manciata di case della prefettura di Niigata. Era da quasi due anni che mancavo dal Giappone ma non avevo particolari aspettative. Pensavo semplicemente di andare a trovare amici e conoscenti; tuttalpiù avrei visitato alcune zone turistiche che nei miei precedenti soggiorni avevo mancato. Grazie alla famiglia S. invece, ho potuto provare un piccolo assaggio della cosiddetta osservazione partecipante di malinovskiana memoria. Ho trascorso due settimane a Kaminigorikawa dove, da semplice itaria no ancha (dial. di "ragazzo italiano"), ho avuto l'onore e il piacere di diventare un oyakata, il capo rappresentante della famiglia durante il rituale conclusivo di obon. Quale migliore occasione, quindi, per scrivere un piccolo diario etnografico?

Leggi tutto

Pagine Zen 101

ottobre - dicembre 2013
Kimono dalla collezione Wajaku.
Sommario
  • La mia speranza per il futuro del kimono (着物の未来を信じて)
  • Quarant’anni fa se ne andava il Piccolo Drago
  • Canti tradizionali popolari giapponesi
  • Un tuffo nel vuoto
  • La spada giapponese
  • Maschere di donna
  • Poesia d'Autunno
  • Zen: Gioia e piacere
Leggi tutto

Pagine Zen 88

luglio - settembre 2010
Pagine Zen 88
Sommario
  • La virtù di amalgamare
  • Essere attore a Edo
  • L'Iki e la sensibilità estetica giapponese
  • Le radici del tè
  • Due milanesi nell'estremo oriente
  • L'arte di Taniguchi Jirō il più giapponese dei mangaka
  • La mediazione culturale dei gesuiti in Giappone
  • Zen: La bocca è la voce dell'anima
Leggi tutto

Pagine Zen 87

aprile - giugno 2010
Pagine Zen 87
Sommario
  • Sato e Yama
  • I sakariba Fiere e spettacoli di strada a Edo
  • Movimento del corpo e stato della mente
  • Poesia di primavera
  • Le radici del tè
  • Tamahagane L'acciaio gioiello
  • La mediazione culturale dei gesuiti in Giappone
  • Zen: Gli occhi sono la finestra dell'anima
  • C'è posta a Heian-Kyō
Leggi tutto

Pagine Zen 86

gennaio - marzo 2010
Pagine Zen 86
Sommario
  • La fotografia erotica giapponese
  • Storie di pittori nel cinema giapponese
  • Tra attori e cortigiane
  • Le radici del tè
  • Kakemono o kakejiku
  • Zen: Chiamare il Maestro
  • La mediazione culturale dei Gesuiti in Giappone
  • C’è posta a... Heian-Kyō
Leggi tutto

Pagine Zen 85

ottobre - novembre 2009
Pagine Zen 85
Sommario
  • Fior di Loto
  • La mediazione culturale dei Gesuiti in Giappone
  • C'è posta a... Heyan-Kyō
  • La cerimonia del tè, come esperienza sensoriale
  • Zen - La rana schiacciata
  • Il periodo Nara e le sue forme musicali
  • Enciclopedia dei mostri giapponesi
Leggi tutto

Pagine Zen 79

febbraio - marzo 2009
Pagine Zen 79
Sommario
  • Samurai
  • Il tamburo giapponese nel buddismo Zen
  • Lo Zen e il fagiolino
  • Kata
  • Credenze antiche e pratiche rituali persistenti nel Giappone contemporaneo
  • Nuvole e carpe
  • Poesie Zen
Leggi tutto